Doniamo le cornee

Ultimo agg. Gennaio 2021

Cos'è la cornea?

La cornea è il tessuto trasparente che costituisce la parte anteriore dell'occhio. La sua funzione è quella di lasciar passare la luce e di mettere a fuoco le immagini sulla retina. Quando la cornea è danneggiata perde la sua trasparenza, le immagini non sono chiare e la vista risulta compromessa.

Chi necessita di un trapianto di cornea?

Malattie congenite, traumi, infezioni possono rendere la cornea opaca o deformata e danneggiano progressivamente la vista rendendo le persone quasi completamente cieche. Il trapianto offre la possibilità di riacquistare la vista, tornando ad una vita normale.

Perché donare le cornee dopo la morte?

Donare le cornee dopo la morte permette di curare un'altra persona. È una grande opportunità, possibile per tutti ed è un gesto di grande importanza sociale.

Quando può avvenire il prelievo delle cornee?

Il prelievo delle cornee può essere fatto, con poche esclusioni, a tutte le persone che muoiono in ospedale, dove esiste una procedura per il prelievo che viene eseguito entro 24 ore dalla morte.

Il prelievo delle cornee deve essere autorizzato?

SÌ, sempre. E' necessario verificare la volontà positiva alla donazione del defunto (SIT - atto olografo - tesserino blu). In assenza di ciò la legge prevede che sia il congiunto avente diritto (nell'ordine il coniuge non legalmente separato, il convivente more uxorio, tutti i figli maggiorenni, i genitori, il legale rappresentante) ad esprimere la NON opposizione al prelievo.

La miopia o l'intervento di cataratta escludono il prelievo?

NO. La maggioranza delle cornee è idonea ad essere prelevata e trapiantata. I deceduti per tumore possono donare? SÌ. I tumori non sono una controindicazione alla donazione di cornee, tranne le neoplasie che originano dalle cellule del sangue (mieloma, linfoma, leucemia) e le neoplasie dell'occhio.

I deceduti per gravi patologie possono donare?

SÌ. La maggior parte delle patologie non sono un criterio di esclusione. Ogni cornea prelevata, prima di essere trapiantata, verrà accuratamente analizzata per certificarne la qualità e la sicurezza.

Il prelievo deturpa la salma?

NO. Il bulbo oculare rimane integro nella sua sede naturale e la palpebra viene mantenuta chiusa da un sottilissimo punto di sutura. Pertanto il prelievo non modifica l'aspetto della salma che potrà essere normalmente esposta per il rito funebre. Inoltre, subito dopo il prelievo, la salma può, se si desidera, tornare al domicilio.

Dove vanno le cornee donate?

Le cornee donate, una volta eseguito il prelievo, vengono inviate ad un laboratorio specializzato dell'Ospedale San Gerardo di Monza chiamato "Banca degli Occhi". La Banca degli Occhi provvede a valutarne le caratteristiche, la sicurezza e l'idoneità delle cornee donate, garantendone l'adeguata conservazione e la successiva distribuzione ai centri specializzati dove vengono eseguiti i trapianti di cornee.

La donazione è anonima?

I familiari del donatore non riceveranno informazioni circa l'identità del ricevente (e viceversa).

I pazienti pagano per ricevere il trapianto?

NO. Il trapianto viene eseguito gratuitamente negli ospedali pubblici secondo una lista di attesa.

Info e contatti

Azienda Socio Sanitaria Territoriale Lariana
Coordinamento Prelievo d'Organi
Responsabile: Dr.ssa Susanna Peverelli
Tel: 031.585.9575 (Segreteria)
Fax: 031.585.4592
trapianti@asst-lariana.it

Banca degli Occhi di Monza
Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Monza
Via Pergolesi 33, Monza (MB)
Direttore: Dr.ssa Raffaela Mistò
Tel.: 039.233.9914