Ospedale "Sant'Anna" > Coordinamento Percorso Nascita Aziendale

Presentazione

La Struttura Semplice "Coordinamento Attività Percorso Nascita Aziendale" afferisce alla Struttura Complessa di Ostetricia e Ginecologia.

Mission di questa Struttura, certificata ISO 9000:2001 dal 2000, è prendersi cura della donna e della coppia nel percorso nascita dalle prime settimane di gravidanza, al parto e al puerperio, offrendo modalità assistenziali differenziate per la gravidanza fisiologica e la gravidanza a rischio.

Informazioni generali sulla operatività della Struttura:

Presenza di unità mobili di trasporto materno e neonatale:

Sono presenti unità mobili di trasporto materno e neonatale. La nostra unità di Terapia Intensiva Neonatale è inoltre collegata alla rete STEN dal momento della sua creazione. Per quanto riguarda lo STAM, in Lombardia non è ancora implementata una rete STAM che coinvolga tutti i punti nascita - per ora è limitata a soli 3 ospedali (Monza - Niguarda - Lecco).

Nel caso in cui è indicato trasporto "in utero" ad un'altra struttura, si attiva il servizio di Ambulanza interno e, in base al quadro clinico e ai possibili bisogni assistenziali, durante il trasferimento la paziente viene accompagnata dall'infermiere, dall'ostetrica o dal medico.

Presenza di unità di patologia neonatale/unità di terapia intensiva neonatale:

È presente un neonatologo 24 ore su 24 ed un secondo è reperibile per eventuali trasporti o per altre esigenze.  Vai alla sezione della UO di Terapia Intensiva Neonatale »

Presenza di unità specializzate nelle gravidanze a rischio per patologie materne o fetali e informazioni sulla rete assistenziale:

È attivo un ambulatorio di patologia della gravidanza per il monitoraggio delle gravidanze a rischio attuale o anamnestico, un ambulatorio di ecografia ostetrica di II livello per diagnosi e monitoraggio delle anomalie fetali e della patologia dell'accrescimento del feto, un ambulatorio ecografico per lo screening delle anomalie cromosomiche del feto e un ambulatorio di diagnosi prenatale invasiva, che si avvale di un servizio interno di genetica medica.

Numero di figure professionali garantite ad ogni turno di guardia:

Durante i turni diurni sia feriali che festivi sono presenti due ginecologi (ore 08.00 - ore 20.00). Durante la notte è presente un ginecologo e un altro è reperibile per eventuali urgenze. Sono presenti 5 ostetriche ad ogni turno, 24 ore su 24, che garantiscono l'assistenza in sala parto, reparto di degenza e pronto soccorso ostetrico/ginecologico e sono presenti inoltre 3 unità di supporto.

Un anestesista è a diposizione esclusiva della sala parto durante le ore diurne, dalle 08.00 alle 20.00, da lunedi a sabato. Di notte e nei festivi sono presenti un medico anestesista per le urgenze, due medici rianimatori per la terapia intensiva ed un medico anestesista reperibile.

Rete sanitaria di integrazione tra servizi territoriali e ospedalieri per l'assistenza in gravidanza:

Informazioni da assicurare a ogni donna che accede al punto nascita:

Fase preconcezionale:

Ambulatorio divisionale di 1° livello che prevede, oltre a raccolta dell'anamnesi ostetrica, visita, ecografia transvaginale e prelievo citologico per pap test, la richiesta degli esami preconcezionali di routine e consigli riguardanti lo stile di vita (es: alimentazione, attività fisica, rischi legati al tabagismo e all'eccessivo consumo di alcool) e informazioni sull'utilità dell'assunzione preconcezionale di acido folico. Le pazienti a rischio riproduttivo elevato per anamnesi familiare, personale o ostetrica vengono indirizzate, per una consulenza di II livello, all'ambulatorio di patologia della gravidanza. L'azienda dispone anche di un Centro di Procreazione Medicalmente Assistita attivo presso il presidio ospedaliero di Cantù, che si occupa di diagnosi e cura della sterilità di copia.

Gravidanza:

Durante la gestazione, la prima visita, abbinata a un'ecografia per documentare l'evolutività della gravidanza, la datazione e il numero dei feti, viene effettuata dal medico. In questa sede vengono programmati esami, controlli clinici successivi e le ecografie previste per il controllo della morfologia fetale (II trimestre) e della crescita fetale (III trimestre). Le gravidanze definite a basso rischio vengono seguite dall'ambulatorio divisionale di I livello (presidi ospedalieri di San Fermo, Cantù e ambulatorio di Olgiate Comasco).

Inoltre, presso il presidio di Cantù, è operativo l'ambulatorio della "gravidanza a basso rischio" gestito dall'ostetrica, con il supporto del medico quando richiesto. Le gravidanze a medio o elevato rischio vengono indirizzate all'ambulatorio di patologia della gravidanza. Dalla 40° alla 41°+1 settimana le gravidanze fisiologiche vengono monitorate presso l'ambulatorio della gravidanza a temine. Il ricovero per l'induzione del travaglio è previsto alla 41°+3 settimana. I ricoveri urgenti per travaglio di parto o per complicanze della gravidanza vengono effettuati direttamente alla postazione di pronto soccorso ostetrico ginecologico ad accesso diretto (presente solo a San fermo della Battaglia).

Dimissione:

Le puerpere fisiologiche vengono dimesse in 2° - 3° giornata dal parto, quelle da taglio cesareo con decorso postoperatorio regolare in 3° - 4° giornata. Quando il neonato richiede una degenza prolungata (es: prematurità - basso peso alla nascita) la puerpera viene comunque dimessa, ma può rimanere in ospedale in qualità di "nutrice" al fine di favorire l'allattamento al seno e l'attaccamento al figlio ("bonding").

Supporto psicologico:

Se indicato dal medico o se richiesto dalla gestante o dalla puerpera siamo provvisti di un servizio interno, con possibilità di follow up ambulatoriale, di consulenza psicologica con operatori dedicati e, se necessario, di consulenza psichiatrica.

Assistenza al puerperio:

Per identificare e correggere problemi legati all'allattamento al seno e per diagnosticare eventuali complicanze mediche o psicologiche del puerperio è attivo un ambulatorio dedicato, gestito dall'ostetrica, che prevede un controllo della puerpera, accompagnata dal neonato, a distanza di circa 7 giorni dal parto. L'Ambulatorio di puerperio è un servizio erogato alle donne che hanno partorito al fine di proseguire nel sostegno all'allattamento al seno e al rientro a casa, periodo spesso complesso, soprattutto in virtù del fatto che la degenza è piuttosto breve.

L'appuntamento presso l'ambulatorio viene dato al momento della dimissione ospedaliera e viene garantito sia al presidio di San Fermo (poliambulatorio 2, piano 0 blu), che presso il poliambulatorio del presidio di Cantù. La scelta viene fatta in base alla domiciliazione della puerpera. Il controllo viene fatto sia sulla mamma che sul bambino. Tale appuntamento non sostituisce quello del neonatologo. Pertanto, nell'offrire questi due momenti di ritorno presso il punto nascita si cerca di accogliere e rispondere a eventuali problematiche e bisogni assistenziali della nuova famiglia.

Tipologia parto offerto:

Oltre al travaglio ed al parto tradizionali, si ha la possibilità di travaglio e parto in acqua. In condizioni di fisiologia parto in posizioni alternative.

Controllo del dolore:

Il servizio di Partoanalgesia, cui possono accedere tutte le gestanti che ne fanno richiesta, è attivo 24 ore su 24 ed è gestito da anestesisti dedicati. Durante il 3° trimestre di gravidanza è prevista una visita anestesiologica preliminare durante la quale lo specialista, dopo aver edotto le pazienti su modalità, benefici e rischi dell'analgesia peridurale in travaglio di parto, visita le pazienti stesse, controlla esami ematochimici e elettrocardiogrammma e ottiene il consenso informato, indispensabile per poter accedere al servizio. Nel corso del 2013 il 35% delle pazienti in travaglio sono state sottoposte ad analgesia peridurale.

Corsi di accompagnamento alla nascita:

I corsi di accompagnamento alla nascita vengono gestiti dall'ostetrica e si tengono sia al Poliambulatorio di Via Napoleona, sia presso il presidio di Cantù. È possibile richiedere tutte le informazioni necessarie al call center di Ostetricia (un'ostetrica è l'operatore dedicato) al seguente numero: 031.799.490. È sempre attiva una segreteria telefonica attraverso la quale verrà richiesto alla futura mamma di lasciare i propri riferimenti personali (dati anagrafici, recapiti e data presunta del parto) al fine di essere successivamente richiamata dall'ostetrica.

I corsi prevedono 7 incontri di cui 5 con l'ostetrica, 1 con i medici specialistici (ginecologo, neonatologo, anestesista, medico specialista di trapianti per informazioni sulla raccolta delle cellule staminali) e 1 incontro nel quale si accompagnerà la coppia nella visita del reparto e della sala parto. I corsi prevedono sia momenti di lezione/informazione, sia momenti di lavoro corporeo. Nel corso del 2014 sono stati organizzati 55 gruppi di gravide con la presenza di 486 pazienti.

Sostegno alle donne di diversa etnia:

L'Azienda offre un servizio di mediazione culturale gestito dal servizio sociale aziendale. Tale servizio viene garantito su segnalazione e programmazione della consulenza col mediatore in tutti i momenti della gravidanza, anche in ambulatorio.

Bollini rosa Ospedale all'altezza dei bambini WHP certificazione formazione uni en iso 9001 2008 Areu