Screening per Epatite C / Vaccinazione anti Herpes Zoster



    1. Cos'è l'Epatite C

      L'Epatite C cronica da virus HCV è un'infezione che, pur rimanendo a lungo asintomatica, è la principale causa di cirrosi e cancro del fegato in Italia. Il contagio avviene principalmente attraverso il sangue e meno frequentemente per via sessuale. Oggi è possibile effettuare una diagnosi precoce e intervenire tempestivamente contro questa infezione con una terapia somministrata per via orale che porta alla guarigione in oltre il 95% dei casi.


      A chi è rivolta la campagna

      Regione Lombardia ha aderito alla campagna di screening per Epatite C promossa dal Ministero della Salute rivolta a tutti i soggetti nati tra il 1969 e il 1989, che non hanno mai assunto farmaci orali di ultima generazione per il trattamento dell'Epatite - disponibili dal 2015 - e che non hanno già eradicato l'infezione o effettuato in precedenza il test di screening.

      La campagna di screening HCV si pone l'obiettivo di individuare i pazienti affetti da Epatite C in una fase in cui la malattia è ancora asintomatica consentendo quindi di eseguire una diagnosi precoce e una presa in carico tempestiva avviando in tempi rapidi le cure efficaci.


      Screening gratuito

      Lo screening è gratuito con adesione su base volontaria e viene proposto ai cittadini che accedono ai Punti Prelievo e ai pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere qualora rientrino nelle categorie previste. Il test consiste in un prelievo di sangue standard (da vena periferica) per la ricerca degli anticorpi anti-HCV, effettuato contestualmente agli esami del sangue di routine con un unico prelievo. II risultato verrà consegnato insieme agli esiti degli stessi.

      In caso di esito positivo il cittadino riceverà indicazioni dall'ente che ha eseguito il test per proseguire l'iter diagnostico-terapeutico, attraverso un percorso predefinito e gratuito, con presa in carico da parte di un centro di secondo livello.


      Quando

      A partire dal 6 giugno 2022


      Dove

      Per quanto riguarda Asst Lariana, il test sarà proposto ai pazienti ricoverati nei presidi ospedalieri Sant'Anna, Sant'Antonio Abate, Erba-Renaldi, Felice Villa.

      Nei Punti Prelievo il test sarà effettuato all'ospedale di Cantù e all'ospedale di Menaggio e nei seguenti Punti Prelievo territoriali:

      • Campione d'Italia,
      • Centro Valle Intelvi,
      • Como via Napoleona,
      • Fino Mornasco,
      • Lomazzo,
      • Lurate Caccivio,
      • Mariano Comense,
      • Maslianico,
      • Olgiate Comasco,
      • Ponte Lambro,
      • Porlezza,
      • San Bartolomeo Val Cavargna,
      • Tavernerio.


      Come

      Per informazioni sui Punti Prelievo (orari ed eventuale prenotazione) vai alla sezione dedicata.


      Consenso/Informativa

      Per sottoporsi allo screening sarà necessario firmare il consenso e l'informativa predisposti e che saranno consegnati prima del prelievo.


      Allegati



    1. Prosegue nel mese di luglio la campagna straordinaria di vaccinazione gratuita per l'anti Herpes Zoster promossa da Asst Lariana.

      "L'Herpes Zoster, conosciuto anche come "fuoco di Sant'Antonio", è una malattia frequente e debilitante, dovuta alla riattivazione del virus della varicella - spiega il dottor Gianfranco Petrillo, responsabile della Uos Vaccinazioni di Asst Lariana - Dopo la varicella, infatti il virus non viene eliminato ma rimane presente nel sistema nervoso. L'aumentare dell'età o particolari situazioni di stress o di malattia possono causare la riattivazione del virus che si manifesta con la comparsa, in una parte localizzata del corpo, di vescicole accompagnate da dolore, bruciore, prurito. A volte, dopo la fase acuta della malattia possono comparire complicanze”. “La complicanza più frequente - prosegue il medico - è la nevralgia post erpetica, che provoca un dolore severo e cronico, che può durare per lungo tempo, anche anni, dopo la guarigione delle lesioni cutanee. Si tratta di un dolore invalidante che risponde poco alle terapie disponibili. La vaccinazione è in grado di ridurre di circa il 65% i casi di nevralgia post-erpetica e circa il 50% di tutti i casi clinici di zoster".


      Soggetti coinvolti

      La presenza di alcune malattie pregresse può aumentare il rischio di patologia da herpes zoster o aggravarne il quadro sintomatologico. Per questo, la vaccinazione è fortemente indicata e raccomandata per tutte le persone, a partire dai 18 anni, affette da:

      • diabete mellito
      • patologia cardiovascolare
      • BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva)
      • soggetti destinati a terapia immunosoppressiva
      • soggetti con recidive o con forme particolarmente gravi di Herpes Zoster

      La campagna vaccinale interesserà, inoltre, i nati negli anni 1955-1956-1957.


      Vaccino

      Il vaccino utilizzato (Shingrix) è un vaccino ricombinante con schedula a due dosi che viene iniettato nella regione deltoidea; la seconda dose deve essere somministrata a partire da due mesi ed entro sei mesi dalla prima dose. L'appuntamento per il richiamo sarà prenotato contestualmente alla somministrazione della prima dose.

      Come con qualsiasi vaccino, la vaccinazione con Shingrix deve essere posticipata nei soggetti che soffrono di una malattia febbrile acuta grave.

      Il vaccino antizoster ricombinante può essere co-somministrato con i vaccini anti Covid.


      Prenotazioni

      L'appuntamento può essere prenotato on-line attraverso il sistema online ZEROCODA scegliendo direttamente il giorno e ora ed inserendo i dati richiesti (nome e cognome).

      In questa prima fase le vaccinazioni sono effettuate a Como nella Casa di Comunità Napoleona nell'Hub Vaccinale.