Ospedale "Sant'Anna" > Radioterapia
Direttore: Luciano Scandolaro

I trattamenti sono effettuati prevalentemente in regime ambulatoriale.

I pazienti che, per motivi di assistenza clinica, devono essere ricoverati possono trovare accoglienza presso le Unità Operative generaliste o specialistiche d'organo.

Centro Alte Energie: la dotazione tecnologica

Simulazione

È il settore dove i Medici radioterapisti, i Fisici sanitari e i Tecnici di radioterapia lavorano in stretta collaborazione per elaborare lo studio del piano di cura radioterapico (prescrizione finale). Ad esso sono annessi:

  • TC-Light Speed (G.E.)

  • Un centro di calcolo costituito da unità TPS (Treatment Planning System) Varian "Eclipse" in rete tra loro e con il sistema Record & Verify Varian Medical System ("ARIA 13") degli acceleratori lineari, con il simulatore TC, con le unità di Risonanza Magnetica della Radiodiagnostica e con l'Unità PET della Medicina Nucleare.

  • Un centro di calcolo "i-plan-4" in rete con l'acceleratore "VERO" e con gli stessi strumenti di diagnostica sopra elencati.

Il piano di cura radioterapico, per lo studio fisico-dosimetrico, si effettua in stretta collaborazione con il Servizio di Fisica Sanitaria.

I piani di cura che lo richiedono sono effettuati con l'integrazione delle immagini provenienti dalla RMN e/o dalla PET

  • Linac n° 1: Varian iX1
  • Linac n° 2: Varian iX2
  • Linac n° 3: Varian 21EX

Sono unità acceleratrici di elettroni. Forniscono fasci di fotoni X di energia nominale 6 MV e 18 MV e fasci di elettroni da 6, 9, 12, 16, 20 MeV.

Sono tutti equipaggiati con collimatore multilamellare (Millennium 120 MLC), con sistema digitale di riproduzione delle immagini portali (EPID, Portal Vision) a silicio amorfo, con sistema di controllo delle immagini a Kilovoltaggio (OBI), con sistema ottico di "gating" respiratorio.

  • Linac n° 4: "VERO"

Nel quarto bunker del Centro Alte Energie è stato installato un Acceleratore Lineare ad arco robotizzato di ultimissima generazione, denominato "VERO", dotato di una tecnologia molto sofisticata.

Le apparecchiature di cui è dotato il Centro sono tutte unità acceleratrici di elettroni per effettuare la radioterapia transcutanea (o a fasci esterni).

  • La Radioterapia conformazionale 3D è riservata ai trattamenti più semplici

  • Le tecniche IMRT (radioterapia a modulazione di intensità) sono impiegate per il 50% circa dei pazienti

  • Le tecniche IGRT (radioterapia guidata dalle immagini radiologiche) sono applicate sia in 2D (kV) sia in 3D (kV cone-beam CT) quando la situazione lo richiede.

  • La tecnica Stereotassica o SBRT (Stereo Body RT) è utilizzata con frequenza sempre maggiore per irradiare neoformazioni primitive o secondarie che presentano particolari requisiti.
    L'irradiazione con RapidArc o VMAT (Volumetric Modulated Arc Therapy) è una sofisticata tecnica di radioterapia transcutanea molto precisa ed accurata, che utilizza fasci di radiazioni "modulati", erogati mediante archi e preceduta dall'acquisizione di immagini "cone-beamTC" al fine di verificare e, eventualmente, correggere il set-up del paziente

Bollini rosa Ospedale all'altezza dei bambini WHP certificazione formazione uni en iso 9001 2008 Areu