03/04/2022
Tra Capo e Collo: raggiunto il primo traguardo dei 10mila euro 

Il primo traguardo della raccolta dei 10mila euro è stato raggiunto. Il gruppo di atleti legati all’associazione Tra Capo e Collo che il 3 aprile ha partecipato alla ventesima edizione della Milano Marathon è riuscito nell’impresa. La onlus comasca, convenzionata con Asst Lariana, era iscritta con 76 atleti alla staffetta non competitiva per squadre di 4 persone, ognuna delle quali corre una frazione tra i 7 e i 13 km, e con 7 atleti che hanno corso la maratona vera e propria.

La manifestazione è strettamente collegata al Milano Marathon Charity Program, (https://www.milanomarathon.it/milano-marathon-charity-program) il progetto di fundraising che consente a tutti i runner di correre per un’organizzazione non profit a scelta, contribuendo alla raccolta fondi da destinare a progetti solidali specifici. Il traguardo della raccolta di 10mila euro, come detto, è stato raggiunto. La scadenza è fissata per il 31 maggio e c’è ancora tempo quindi per contribuire con le donazioni che possono essere effettuate attraverso Rete del Dono, la piattaforma di crowdfunding e personal fundraising partner della Milano Marathon (https://www.retedeldono.it/it/progetti/tra-capo-e-collo-onlus/corri-con-noi-per-ladeguamento

Per Capo e Collo la testimonial degli atleti partecipanti alla staffetta è stata l’atleta paralimpica Federica Maspero, comasca. Maspero, oncologa, l’anno scorso ha pubblicato l’autobiografia “Calze in cashmere. Vita di un’atleta paralimpica”, dove racconta la propria esistenza a partire dal 24esimo compleanno, giorno in cui venne colpita dalla meningite fulminante e dalla conseguente amputazione delle gambe. Oggi Federica Maspero, come medico palliativista, fa parte del gruppo di operatori sanitari che l’associazione Il Mantello ha messo a disposizione di Asst Lariana per l’unità operativa di Cure Palliative e per l’Hospice di Mariano Comense.  

Dopo lo stop legato alla pandemia - l’edizione del 2020 venne sospesa e quella del 2021 fu un’edizione “da remoto” - domenica 3 aprile gli atleti sono tornati a correre a Milano.

Nell’edizione del 2018 i fondi erano stati raccolti dall’associazione per una borsa di studio; nel 2019 per il percorso di riabilitazione protesica dei pazienti, così importante per riprendere il controllo dell’alimentazione e soprattutto riconquistare la dignità di un sorriso; nel 2020, la pandemia ha fermato la corsa ma non la generosità di tutti i coloro i quali si sono spesi per raccogliere i fondi necessari per l’acquisto di un ecografo che è stato poi consegnato al blocco operatorio dell’ospedale Sant’Anna per la gestione degli accessi vascolari; i fondi raccolti quest’anno saranno utilizzati per l’acquisto di dispositivi ed attrezzature per la Degenza Chirurgica 2 dell’ospedale Sant’Anna dove operano la Chirurgia Maxillo-Facciale e l’Otorinolaringoiatria.

“Tra Capo e Collo” nasce come evoluzione del lavoro multidisciplinare in atto da alcuni anni all’Asst Lariana, attività che ha consentito, la creazione di una rete solidale multidisciplinare che si occupa di tutto il percorso delle malattie oncologiche del distretto testa e collo. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito dell’associazione www.tracapoecollo.com o scrivere alla mail associazione@tracapoecollo.com 

Di seguito i nominativi dei collaboratori di Asst Lariana che hanno partecipato alla staffetta

Nel gruppo Run 4 Bacon Stefano Nicoletti e Francesca Andrusiani

Nel gruppo Q-run-t-e-runtolanti Antonio Laudati

Nel gruppo Logo-podiste Federica Bianchi, Valentina Erriquez, e Sonia Pellegatta

Nel gruppo uniTI per la corsa Paolo Varani, Magda d'Astuto e Federica Maspero 

Nel gruppo pronTI: Sabrina Basilico e Francesco Torresani

Nel gruppo RIA runners: Michela Noseda, Armanda Sala, Valentino Pedroni 

Nel gruppo SORUnner: Marco Cazzaniga, Ettore Zorzi, Pattano Antonella ed Alessandro Massa

Nel gruppo dei maratoneti Monica Giordano

Nel gruppo addetto alla logistica Stefano Valsecchi, Cesare Figini, Serenella Manghina e Paolo Ronchi, presidente dell’associazione, già primario della Chirurgia Maxillo-Facciale di Asst Lariana.