Servizi > Farmacia territoriale > Ventiloterapia

Ventiloterapia

Ultimo agg. 11 maggio 2020

Erogazione apparecchi e ausili per pazienti in ventiloterapia

La presente procedura definisce le modalità per la fornitura, agli aventi diritto, di ventilatori e C-PAP a domicilio dei pazienti residenti nell'ATS Insubria sede territoriale di Como; tale procedura fa direttamente riferimento alle "Linee guida per la ventiloterapia meccanica domiciliare - VMD" (Decreto Regionale N. 5358 del 12.3.2001)

Aventi Diritto

Hanno diritto a ricevere gratuitamente la fornitura di VMD e relativo materiale necessario quei pazienti con invalidità accertata o istanti, secondo prescrizione del Medico specialista autorizzato.

Modalità di Erogazione

La fornitura delle apparecchiature per la VMD e relativo materiale necessario prevede: prescrizione specialistica da parte di medici autorizzati, attivazione da parte del Servizio Farmaceutico e Nutrizionale, fornitura da parte di ditte specializzate ed abilitate.

Per ottenere la fornitura l'assistito accede, su appuntamento, allo specialista su proposta/prescrizione del medico di Medicina Generale/PdF.

Sono identificati come prescrittori i Medici Pneumologi, iscritti nell'elenco dei prescrittori delle protesi, in grado di eseguire gli esami strumentali necessari a porre le indicazioni di VMD e di definire la scelta ottimale della più opportuna protesi ventilatoria.

Per la popolazione in età pediatrica la prescrizione può essere eseguita anche da pediatri iscritti nell'elenco dei prescrittori delle protesi purchè appartenenti a strutture sanitarie dove si svolga una continua esperienza con i ventilatori.

In assenza di medici sopraccitati nelle strutture di ricovero la prescrizione potrà essere eseguita dal rianimatore o dal neurologo, anch'essi iscritti nell'elenco dei prescrittori delle protesi. Lo specialista abilitato prescrive il dispositivo necessario su piattaforma regionale Assistent-RL, allegando il programma terapeutico nel quale illustra le modalità di utilizzo.

La dimissione dovrà essere messa in atto solo allorché sia stato definito il piano di dimissione con l'equipe di assistenza territoriale. Il prescrittore dovrà altresì verificare l'avvenuto addestramento del paziente o del caregiver all'attuazione del programma terapeutico e richiedere il consenso informato alla VMD.

Normativa di riferimento

  • D.M. n.332 del 27.08.99
  • Decreto Regionale N. 5358 del 12.3.2001
  • Circolare Regionale Protocollo H1.2014.0022167 del 19/06/2014
Bollini rosa Ospedale all'altezza dei bambini WHP certificazione formazione uni en iso 9001 2008 Areu