Attivita' cliniche

L'attività riabilitativa della U.O.C. in regime di degenza si rivolge in particolare a soggetti affetti condizioni morbose rappresentate da:

  • Postumi di patologie acute, croniche o evolutive a carico del sistema nervoso centrale e periferico che causano disturbi motori, di linguaggio o delle funzioni corticali superiori:

    • Coma da trauma cranio-encefalico, da grave emorragia cerebrale e arresto cardio-circolatorio;
    • Emiplegia da ictus ischemico ed emorragico, da neoplasia cerebrale, ecc.;
    • Tetra e paraparesi da lesione traumatica, ischemica o neoplastica del midollo spinale e da patologia degenerativa o infiammatoria del sistema nervoso centrale: sclerosi laterale amiotrofica (SLA), sclerosi multipla, Guillain Barrè, ecc.
  • Postumi di patologie acute, croniche o evolutive a carico dell'apparato locomotore e di loro eventuali trattamenti chirurgici:

    • Esiti di intervento di artroprotesi: anca, ginocchio, spalla;
    • Esiti di frattura del rachide, bacino e arti inferiori;
    • Amputazioni arto inferiore.

MAC (Macroattività Ambulatoriale Complessa):

Sono attività di prestazione di carattere diagnostico, terapeutico e riabilitativo che vanno ad integrare l'offerta riabilitativa post-degenza. I pazienti che presentano una elevata complessità clinica, una volta concluso il percorso riabilitativo in regime di degenza, proseguono il trattamento riabilitativo in regime ambulatoriale MAC.

In questo ambito il trattamento riabilitativo vede coinvolte più figure professionali (fisioterapista, logopedista, terapista occupazionale, neuropsicologa) coordinate dal fisiatra che pianifica, in base ai bisogni del paziente, la modalità e la tipologia dei trattamenti.

Attività di consulenza fisiatrica all'interno delle U.O. per acuti del Presidio e se necessario, dopo stesura di un PRI, il trattamento riabilitativo nei reparti.

ll Servizio Sociale Aziendale, presente una volta alla settimana, presso la UOC si avvale di un Assistente Sociale che occupa della valutazione dei bisogni sociali, dell'informazione sulle tutele previste dal sistema di welfare per il malato e la sua famiglia, della promozione del lavoro di rete con i servizi socio-assistenziali e socio-sanitari del territorio e con le organizzazioni non profit e del volontariato al fine di aiutare il degente ed i suoi familiari, in accordo con i sanitari, a definire il percorso più adeguato una volta concluso il percorso riabilitativo in regime di degenza.

Gli assistenti sociali sono disponibili per colloqui sia con il degente e con la sua famiglia presso la UOC o la sede del Servizio Sociale ubicata nel Presidio Ospedaliero Sant'Anna di San Fermo della Battaglia.

Per fissare un appuntamento è necessario rivolgersi al personale medico di reparto.

Ambulatorio Onde d'urto

Le onde d'urto focali vengono impiegate per curare molte patologie dell'apparato muscolo scheletrico (tendini ed osso principalmente), grazie alle proprietà di tipo antinfiammatorio, antidolorifico ed "anti-edema".

Le modalità di esecuzione della terapia con onde d'urto sono differenti a seconda che si tratti di patologie ossee, patologie tendinee e muscolari, spasticità o patologie cutanee.

Le patologie che possono essere trattate con questa metodica sono: dolore al tendine di Achille, al tendine rotuleo, al sopraspinato e l'epicondilite laterale, la sindrome da stress tibiale mediale e la sindrome dolorosa a carico del grande trocantere, spasticità muscolare, trattamento di trigger point, dolori muscolari e ipertonia muscolare, la fasciopatia plantare, il dito a scatto e il tessuto cicatriziale.

La durata di ogni seduta può variare dai 10-15 minuti nel caso di applicazioni sui tessuti "molli" (tendini, muscoli e cute), a tempi maggiori (fino anche ad un'ora) per i trattamenti sull'osso.