News dall'Azienda
vaccini
continuita_assistenziale
Zerocoda
percorso_nascita

13/06/2017
Approvato il nuovo Piano di organizzazione dell'Asst Lariana

Nuovo Piano di organizzazione aziendale strategico per l'Azienda Socio Sanitaria Territoriale Lariana. Regione Lombardia ha comunicato ieri l'approvazione del documento, avvenuta tramite la DGR n.6687 del 9 giugno, che disegna un nuovo assetto per l'ente comasco.

Un Polo ospedaliero, costituito dal presidi Sant'Anna, Sant'Antonio Abate e "Felice Villa", caratterizzato, da un lato, dall'attività di emergenza-urgenza e, dall'altro,da quella programmata e di elezione, due aree territoriali (Lariana Est e Lariana Ovest), quattro Dipartimenti di Governance Clinica a supporto della Direzione Strategica, oltre a quelli funzionali e gestionali, e un modello organizzativo per processi al fine di migliorare qualità e appropriatezza dei servizi sanitari e socio-sanitari erogati. Il tutto alla luce della legge di riforma del servizio sanitario regionale n. 23 del 2015. Sono questi i principali punti che caratterizzano il Poas dell'Asst Lariana, un testo di 328 pagine pubblicato sul sito www.asst-lariana.it.

Per quanto riguarda il territorio, finora suddiviso in tre aree, confluiscono nella Lariana Ovest i Comuni ricompresi negli Ambiti Territoriali Sociali (legge 328 del 2000) di Como, Olgiate Comasco e Lomazzo. Alla Lariana Est, invece, fanno capo i Comuni degli Ambiti Territoriali Sociali di Erba, Cantù e Mariano Comense.

I servizi afferenti alle due aree sono quelli erogati dagli ex Distretti, gli Sportelli Unici del Welfare (SUW), i Consultori, i presidi per l'erogazione di prestazioni ambulatoriali di primo livello, i SerT, i Centri Psico-sociali, la residenzialità psichiatrica e i poli territoriali di Neuropsichiatria Infantile.

"Con l'introduzione della Governance Clinica - specifica la Direzione strategica - abbiamo voluto istituire una 'cabina di regia' aziendale, mutuando il modello regionale, che supporterà la direzione nella costruzione delle linee strategiche. La rete dei servizi ospedalieri privilegerà la logica dei network di patologia, consolidando il modello per intensità di cure e complessità assistenziale e il lavoro per processi. Nei prossimi mesi, inoltre, l'Azienda si occuperà della riorganizzazione del settore chirurgico sia del Sant'Anna che del Sant'Antonio Abate. La rete territoriale sarà caratterizzata dalla presa in carico, anche in un percorso di continuità con quella ospedaliera".

Tra le altre novità, ad esempio, la trasformazione del Dipartimento Materno -Infantile da gestionale a funzionale, con l'inclusione dei Consultori, oltre all'istituzione di alcune nuove strutture semplici per attività ambulatoriali specialistiche in alcuni ambiti come quello della Reumatologia e dell'Allergologia.

Il percorso di attuazione del nuovo Poas prevede come primo passo la nomina, nelle prossime settimane, dei direttori dei Dipartimento.

Bollini rosa Ospedale all'altezza dei bambini certificazione formazione uni en iso 9001 2008 Areu